Frullatori a immersione con ciotola in plastica: migliori prodotti di Ottobre 2021, prezzi, recensioni

Il frullatore ad immersione oggigiorno è uno di quegli elettrodomestici più noti ed utilizzati da gran parte degli utenti. Che siate grandi esperti in cucina o semplici sperimentatori occasionali della domenica, il frullatore ad immersione sarà capace di rendersi utile in egual maniera. La sua fama non è certo casuale, ma al contrario è data da una lunga serie di fattori che strada facendo scopriremo nel dettaglio.

Oggi in commercio di modelli ne esistono diversi e tutti, bene o male, hanno lo scopo di accontentare le esigenze di un vasto target di pubblico, adattandosi attraverso un concetto di praticità e semplicità di utilizzo. Capire quale sia il miglior modello sarà quindi in parte condizionato da quelle che saranno le nostre specifiche esigenze di utilizzo. Ma attenzione! Individuare il prodotto migliore, significa anche dare un occhio di riguardo anche agli accessori!

Nel seguente articolo, per l’appunto, vorremmo sì parlarvi dei frullatori ad immersione, ma vorremmo anche focalizzare la nostra attenzione sull’aspetto che riguarda gli accessori di questo comodissimo elettrodomestico. Perché scegliere un frullatore ad immersione con recipiente in plastica? Curiosi di saperne qualcosa in più? Allora non perdiamo altro tempo e scopriamolo subito!

Frullatore ad immersione? La parola d’ordine è praticità!

Molti di voi conosceranno già questo macchinario, nonché fratello minore dell’assai noto frullatore da banco. A volte ci si chiede quale tra i due sia l’elettrodomestico da preferire, ma la realtà dei fatti, pone la scelta solo davanti ad un piano prettamente di funzionalità e praticità che meglio si ritiene per il proprio utilizzo. Ma vediamo quali potrebbero essere gli aspetti positivi di un frullatore ad immersione:

  • Vanta dimensioni e pesi ridotti. 
  • Si rende semplice e pratico da riporre una volta finito di usarlo.
  • È semplicissimo da usare. 
  • I modelli avanzati presentano lame in grado di triturare qualsiasi cosa, anche il ghiaccio.
  • Si considera funzionale per svariate preparazioni anche grazie agli accessori. 
  • Sarà quasi sempre possibile smontarlo per una migliore e semplice pulitura. 
  • Non ingombra e non bisognerà collocarlo in modo fisso su un punto della cucina. 
  • Presenta prezzi contenuti.

    

Come possiamo notare non sono certo pochi i pro di quest’elettrodomestico. Prima su tutto spicca un’elevata semplicità di utilizzo. Sarà sufficiente sfruttare una sola mano, e con il giusto manico ergonomico ed antiscivolo sarà un gioco da ragazzi affrontare anche gli alimenti più ostici.

In base a cosa va selezionato un frullatore ad immersione? Ecco cosa devi sapere!

Scegliere il proprio frullatore non sarà mai di certo una semplice casualità ma, individuare il modello più adatto dovrà essere frutto di un’attenta analisi che rispecchierà totalmente le proprie necessità di utilizzo.

Prima di ogni altra cosa, quindi, sarà importante capire quale sarà lo scopo dell’uso del frullatore ad immersione, la frequenza di utilizzo e quali saranno le preparazioni più scelte. In base a questo, potremo capire se occorrerà una data potenza del motore, i livelli di velocità ed i relativi accessori utili che renderanno il nostro elettrodomestico versatile e funzionale in gran parte dei contesti.

Vediamo i punti cardini che muovono la scelta del nostro frullatore ad immersione:

 

  • Potenza effettiva del motore.
  • Numero di livelli di velocità.
  • Qualità dei materiali di costruzione.
  • Accessori in dotazione.
  • Rapporto qualità/prezzo.
  • Comodità e praticità di utilizzo.

    

Mai sottovalutare l’importanza degli accessori annessi!

Come potrebbe valere per tanti altri elettrodomestici da cucina, gli accessori giocano un ruolo a dir poco essenziale e sono in grado di determinare se un dato prodotto può o no ritenersi versatile. A differenza del frullatore da banco di tipo standard, ad esempio, il modello ad immersione ha in sé il vantaggio di poter sfruttare al meglio una serie di interessanti accessori intercambiabili che, al momento del bisogno potrebbero rivelarsi fondamentali.

Un esempio è la frusta sbattitrice, ma non solo, sarà possibile reperire sul mercato anche modelli di frullatori ad immersione con annesso tritatutto. Se questi accessori hanno una funzione attiva, non sono certo da meno quelli più utili per altri tipi di utilizzi. Uno tra tutti è proprio il recipiente.

     

Il recipiente o contenitore, che dir si voglia, è fondamentale in quanto elemento utile per l’esecuzione della frullatura. Basterà riporre all’interno parte degli ingredienti da trattare ed immergervi letteralmente il frullatore. In base alla grandezza, capienza e profondità, il recipiente eviterà di far sporcare e di contenere al meglio gli schizzi.

    

Come sono fatti i recipienti dei frullatori ad immersione? Perché scegliere quello in plastica?

Per quanto riguarda le fattezze ed il materiale, di recipienti ne esistono davvero tanti tipi. Parlando nella fattispecie di quelli in plastica, possiamo certo affermare che il maggior punto a favore è il prezzo. Tra tutti i contenitori questi sono quelli più economici e facili da reperire.

Sono leggeri e più resistenti a rotture da caduta. Tuttavia non sono esenti dall’usura e quindi a lungo andare, la superficie tenderà ad opacizzarsi perdendo gradualmente la sua originale trasparenza. Anche la manutenzione e la pulitura, soprattutto se in lavastoviglie, potrebbe rendersi di poco più complessa. Sarà quindi preferibile, se si desidera puntare alla plastica, a lavare il contenitore a mano. Questi come tutti gli altri, riporteranno le indicazioni per la misurazione.

Prezzi? Quanto spendere per un frullatore ad immersione con recipiente in plastica?

Concentrando la nostra attenzione sul fattore costi, possiamo dire che generalmente il frullatore ad immersione è un elettrodomestico reperibile a prezzi anche assai economici. Tuttavia sarà possibile classificare i costi in base a delle fasce, da quella più economica a quella medio-alta. Per i frullatori ad immersione con recipienti in plastica, i costi saranno molto ammortizzati, partendo da una base di 15-25 euro fino ad arrivare ad un massimo di 45-50 euro.

Come accennato poco prima, saranno modelli molto economici e adatti davvero a tutte le tasche. I marchi noti di riferimento sono: Braun, Philips, Ariete, Kenwood, Imetec e Bosch. Preferire un brand noto ad altri, assicurerà un’eccellente qualità sia in termini di materiali che per ciò che riguarda le prestazioni e l’efficienza del loro funzionamento complessivo. Nonché una più che discreta assistenza clienti.

A questo punto non ci resta che augurarvi un buon acquisto a tutti! 

Siciliana laureata in Discipline dello Spettacolo e Comunicazione alla facoltà di Pisa. Appassionata di arte, musica e scrittura. Mi occupo di scenografia cinematografica e nel tempo libero scrivo romanzi in self publiscing. Mi diletto anche nella musica e nella pittura.

Back to top
menu
Frullatori a Immersione