Frullatori a immersione con lame ad alta efficienza: migliori prodotti di Ottobre 2022, prezzi, recensioni

Quando si sceglie un dato prodotto, di certo la prima cosa che tendenzialmente ci spinge all’acquisto, oltre al prezzo, è la qualità dei materiali di cui esso è composto. Tale concetto si evidenzia persino sull’acquisto di un dato frullatore ad immersione. Scegliere il proprio frullatore, quindi, dipenderà da molti fattori, compreso anche quello che riguarda la struttura e gli elementi presenti.

In commercio, ne esistono tantissimi, che bene o male di prestano alle svariate esigenze dei consumatori. A volte, la preferenza ricade su criteri molto dettagliati. Uno di questi è la struttura e la qualità delle lame. Ma perché preferire delle particolari lame ad altre? E come sono fatte sui più comuni frullatori ad immersione presenti oggi sul mercato?

Nel seguente articolo, per l’appunto, parleremo più nello specifico di uno dei componenti essenziali dei frullatori ad immersione, ovvero le lame. Quali sono le caratteristiche e le peculiarità sui vari modelli ed il funzionamento migliore. Quindi non perdiamo altro tempo e vediamo insieme tutto ciò che di più utile ci è dato sapere in merito a tale argomento!

Frullatore ad immersione efficiente? Quale scegliere? Ecco i criteri da tenere in forte considerazione.

Prima di puntare su un dato modello, un frullatore ad immersione deve innanzitutto rispecchiare quelle che sono le nostre esigenze e necessità di utilizzo. Ciò significa che nel complesso dovrà assicurare un funzionamento che meglio si adatti alle aspettative. Ecco in breve cosa osservare prima dell’acquisto:

  • Potenza effettiva del motore.
  • Numero di livelli di velocità.
  • Qualità dei materiali di fabbrica. 
  • Tipologie di accessori presenti in dotazione. 
  • Prezzo.
  • Praticità di utilizzo.  

Come si può notare non sono certo pochi i criteri da osservare per accaparrarsi un prodotto di buona fattura e che offra delle prestazioni discrete. Ma vediamo più nel dettaglio qualche aspetto che potrebbe influenzare particolarmente la scelta definitiva.

Potenza del motore e step di velocità.

Un frullatore ad immersione senza il proprio motore sarebbe di certo inutilizzabile. Ecco che, il primo punto da considerare è proprio il wattaggio di cui necessitiamo e la tipologia di motore di preferenza. Generalmente i modelli standard presentano un motore CC ovvero a corrente continua, che poi sono i modelli di frullatori con wattaggi anche particolarmente elevati. Chiave essenziale per la gestione del motore, è data dai livelli di velocità che a seconda della nostra selezione, sfrutteranno al minimo o al massimo le capacità intrinseche del motore stesso.

Ecco che, orientarsi verso un modello dalla buona potenza e dall’elevata gamma di livelli di velocità, potrebbe essere già un buon passo verso l’acquisto ideale e meglio scelto!

Funzionalità e valore aggiunto delle lame. Elemento essenziale!

Se il motore ha una sua importanza per ciò che riguarda il lavoro complessivo del nostro elettrodomestico, le lame dal canto loro hanno di certo una notevole e significativa voce in capitolo. La loro struttura in linea di massima varia nel seguente modo:

  • Lame doppie (due lame di pari dimensioni)
  • Lame a quattro (quattro lame con dimensioni variabili a coppie)  

Un aspetto che rende ancora più o meno efficienti le lame è l’uso di una posizione ben precisa che raramente risulterà su un unico profilo, ma tendenzialmente avranno altezze differenti, in modo da assicurare una frullatura più omogenea ed efficace.

Logicamente, più lame saranno presenti sul frullatore, migliore di certo sarà la prestazione nell’insieme. Ecco che attualmente, i modelli più gettonati risultano essere proprio quelli che vantano almeno quattro lame. Solitamente sue avranno una dimensione più piccola e due, invece, una dimensione maggiore.  

Il materiale utilizzato su praticamente tutti i modelli di frullatori ad immersione, per quanto riguarda la struttura delle lame, è l‘acciaio inox. La scelta non è di certo a caso, ma come è ben noto a tutti ormai, l’acciaio inossidabile presenta delle proprietà molto utili se si è alla ricerca di robustezza, resistenza e solidità. Oltre a ciò, l’acciaio si rende particolarmente versatile per un lavoro efficiente su diversi ingredienti. Nonché assicura un lavoro eccellente sia per i cibi più morbidi che per quelli più consistenti. Un altro appunto è che risulta molto pratico per una detersione rapida e senza complicazioni. Tanto da poter essere trattato persino in lavastoviglie.

Quindi, ricapitolando, quali sono le lame con più alto grado di efficienza?

Come abbiamo avuto già modo di sottolineare, per ottenere un modello di frullatore ad immersione con delle lame che si possano ritenere ottime e funzionali, sono quelli a quattro lame con diversa dimensione e dal profilo non unico. Orientarsi ovviamente sulle lame in acciaio inox particolarmente di qualità e verificare che esse siano affilate e taglienti quanto basti per poter trattare al meglio qualsiasi ingrediente. I modelli che assicurano una tritatura del ghiaccio, sono già dei validi prodotti.

Ma ricordate che, possedere delle eccellenti lame, dovrà essere affiancato ad un motore dalle buone prestazioni e da una selezione abbastanza ampia di livelli di velocità. Senza questi due particolari, delle lame taglienti sì saranno certo utili ma non raggiungeranno il loro massimo potenziale.

Quanto si deve spendere per dei frullatori ad immersione con buone lame?

I costi di un frullatore ad immersione sono estremamente variabili e dipenderanno generalmente dalla fascia di prezzo a cui si farà riferimento. I prezzi, in linea di massima partono dai 20-40 euro per una fascia piuttosto economica, fino ad arrivare ai modelli altamente performanti con costi più elevati, ovvero di ben oltre i 200 euro. La scelta, chiaramente, sarà commisurata a quelle che sono le nostre esigenze e necessità di utilizzo. Nonché al tipo di budget massimo di spesa che avremo a nostra disposizione.

Le lame di buona qualità, saranno sempre presenti sui prodotti di brand noti come: Philips, Ariete, Imetec, Braun, Bosch o Moulinex. La differenza starà nello scegliere magari il numero di lame. Si consiglia sempre e comunque di orientare la propria scelta su un minimo di quattro lame.  

Considerazioni finali.

La chiave di un acquisto fatto con criterio è di puntare sul prodotto che rispecchia quelle che sono le nostre aspettative e che vanti il miglior rapporto qualità/prezzo sul mercato. Mantenetevi sempre entro il vostro budget e preferite marchi noti del settore per assicurarvi qualità nei materiali, nelle prestazioni e per ciò che riguarda un’affidabile assistenza clienti.

Buon acquisto a tutti! 

Siciliana laureata in Discipline dello Spettacolo e Comunicazione alla facoltà di Pisa. Appassionata di arte, musica e scrittura. Mi occupo di scenografia cinematografica e nel tempo libero scrivo romanzi in self publiscing. Mi diletto anche nella musica e nella pittura.

Back to top
menu
Frullatori a Immersione