Frullatori a immersione: migliori prodotti di Ottobre 2021, prezzi, recensioni

La modernità e le nuove tecnologie hanno fatto sì che un po’ in tutti gli ambiti e settori si verificassero degli sviluppi e migliorie non certo di poco conto. Anche per ciò che riguarda il settore culinario, è indiscusso quanto determinati elettrodomestici e accessori si siano resi via via sempre più utili e indispensabili per la realizzazione di preparazioni e ricette anche molto complesse e che richiedessero un tempo abbastanza lungo.

In commercio, infatti, ne esistono di svariati tipi. Alcuni pensati per un uso mirato altri per essere considerati macchinari tuttofare. Questo in un certo senso è come si potrebbe considerare il frullatore ad immersione. A differenza del fratello maggiore, quindi il frullatore standard da banco, esso si contraddistingue per una maggiore e migliore praticità ed anche facilità di utilizzo.

Nel seguente articolo, per l’appunto, vorremmo approfondire l’argomento che riguarda proprio i frullatori ad immersione. Scoprendone caratteristiche, peculiarità e funzioni. Curiosi di saperne qualcosina in più poiché siete in procinto di acquistarne uno? Allora non perdiamo altro tempo e vediamo subito tutto ciò che di più utile ci è dato sapere in merito a tal proposito!

Frullatori ad immersione: perché valutare l’acquisto? Quali sono i reali vantaggi?

Chi oggigiorno non conosce il frullatore ad immersione? Indubbiamente si tratta di un elettrodomestico che ormai ha acquisito un ruolo sempre più importante all’interno di tantissime cucine. Un po’ per il prezzo conveniente, un po’ perché a discapito di altri si è reso pratico e funzionale. La sua struttura piccola, compatta e maneggevole la lasciano preferirsi a quella di tanti altri elettrodomestici più ingombranti, come appunto potrebbe essere un frullatore standard o un robot da cucina.

Oltre a ciò, un aspetto molto apprezzato è la sua indiscussa versatilità. Parlare infatti di frullatore ad immersione, significa parlare di un macchinario che è in grado di svolgere diverse funzioni grazie non solo a delle lame, ma anche ad ulteriori accessori che renderanno possibili preparazioni totalmente diverse tra loro.

Ma quali sono quindi, i vantaggi che si otterranno acquistando un frullatore ad immersione? Ecco alcuni punti che potrebbero motivarne l’acquisto:

  • Elettrodomestico piccolo e maneggevole. 
  • Peso e dimensioni ridotti. 
  • Si ripone facilmente dentro a cassetti o dispense. 
  • Non occupa spazio. 
  • Ha una buona gamma di accessori.
  • Utile per moltissime preparazioni: Trita, frulla, sminuzza, monta ecc. 
  • Non ha un costo eccessivo. 
  • Facilissimo da utilizzare.

Come si può notare non sono certo pochi i vantaggi ottenibili con questo specifico elettrodomestico. Tuttavia per puntare alla scelta ideale, bisognerà tener presente sempre e comunque quelli che sono le esigenze di utilizzo e cosa effettivamente ci si aspetta dal macchinario.

Caratteristiche tecniche da non trascurare. Potenza e velocità

Le prestazioni effettive dell’elettrodomestico sono elementi essenziali per poter dire di aver centrato l’acquisto migliore. Tutto, anche in questo caso, dipenderà da cosa si andrò a fare con il frullatore, tuttavia alcuni aspetti andranno osservati a priori anche per capire se davanti si avrà un macchinario valido oppure no.

La potenza del motore andrà determinata in watt. Maggiore sarà il numero di watt più performante e potente sarà il motore del nostro frullatore ad immersione. In commercio esistono due tipologie specifiche di motori. Quello a corrente continua (CC) e quello a corrente alternata (CA) la scelta prevalentemente ricade sul primo. Questo perché sono i motori con i wattaggi più ampi, che arrivano anche a ben oltre i 1000 W.

Ma un altro aspetto da valutare prima dell’acquisto definitivo è la velocità. Per meglio dire, i livelli di velocità che l’elettrodomestico è in grado di raggiungere. Più sarà elevato il numero di livelli a propria disposizione, migliore sarà l’approccio con i vari ingredienti, che a seconda della consistenza necessiteranno di maggiore o minore potenza per essere triturati al meglio.

I livelli di velocità saranno variabili. Esistono i modelli standard che ne presentano due, fino a quelli che ne vantano ben più di quindici. Ad essi va sempre tenuto in considerazione il livello “turbo” presente su tutti i modelli in commercio. Questo, a differenza di tutti gli altri, sfrutterà a pieno regime la capacità del motore. Anche se ciò richiederà un consumo maggiore di energia e quindi di consumi energetici nell’insieme.

Aspetti e peculiarità che indicano che il modello prescelto sia valido!

Data l’ampia offerta in commercio di prodotto, è sempre bene imparare a distinguere un frullatore mediocre da uno invece valido e meglio equipaggiato. Vediamo insieme alcuni aspetti che rendono un frullatore ad immersione ideale per l’acquisto:

  • Qualità complessiva dei materiali. Meglio se acciaio per lame e gambo ed alluminio per il corpo macchiana.
  • Leggerezza e robustezza, nonché solidità. 
  • Buon rapporto qualità/prezzo. 
  • Buona offerta di accessori in dotazione.
  • Rivestimento del corpo macchina in materiale impermeabile ed antiscivolo. 
  • Tasti e pulsanti ergonomici e facili da raggiungere.

Se il modello selezionato rispecchia gran parte di questi punti, di certo starete acquistando un frullatore degno del suo nome. Soprattutto i materiali sono da tenere in forte considerazione, in quanto se scelti di scadente qualità potrebbero compromettere terribilmente la longevità dell’elettrodomestico.

Se il budget lo permette, ad esempio, si sconsiglia tendenzialmente la plastica per ciò che riguarda il gambo del frullatore. Questo perché al momento della detersione, sarà di gran lunga più complessa da trattare, in particolar modo se si utilizza una lavastoviglie. Al contrario, l’acciaio si presterà bene e non presenterà aloni o macchie date da alcuni alimenti come le carote ad esempio.

Prezzi? Costi? Ma quanto devo spendere per un frullatore ad immersione?

Ebbene parlando di spesa, c’è da dire che i prezzi dei frullatori ad immersione varieranno in base alla tipologia di fascia di costo. Si partirà sempre da quella più economica che vede prezzi tra i 25-50 euro circa, fino a raggiungere la fascia medio-alta con prezzi superiori anche ai 150-200 euro. Logicamente questi saranno modelli più adatti ad un uso professionale. Si consiglia, quindi, di valutare quali siano le proprie necessità di utilizzo e considerare in base a queste su quale fascia di costo orientarsi anche in base al proprio budget massimo di spesa. 

I brand noti del settore che si consigliano sono: Braun, Kenwood, Moulinex, Philips, Imetec o Ariete. 

A questo punto non ci resta che augurarvi un buon acquisto! 

Siciliana laureata in Discipline dello Spettacolo e Comunicazione alla facoltà di Pisa. Appassionata di arte, musica e scrittura. Mi occupo di scenografia cinematografica e nel tempo libero scrivo romanzi in self publiscing. Mi diletto anche nella musica e nella pittura.

Back to top
menu
Frullatori a Immersione